La grande guerra della disinformazione


Titolo molto provocatorio, ma che in fin dei conti non si discosta dalla realtà. 

Siamo da sempre abituati ad affidare le sorti dei nostri risparmi alla banca sotto casa o di zona (quartiere) e/o all'ufficio postale più vicino, o meglio della città natale. Ma sopratutto, chiediamo lumi su come investire all'impiegato che ci attende dentro queste "mistiche" strutture.

Ma sopratutto, ancora oggi, non sappiamo distinguere tra un dipendente di banca o postale e un consulente finanziario. 

Prima di provare a fare un po di chiarezza su questo tema, vorrei fare una premessa fondamentale: 

Prendersi cura dei propri risparmi

 =

 Realizzare i propri obiettivi

La pianificazione finanziaria è, quindi, la base per investire bene.

Tra i risparmiatori:

  • meno del 50% è seguito da un consulente specializzato.
  • Il 78% non ha un piano finanziario per il futuro.
  • L’84% dichiara di comprendere il rischio dei propri investimenti.  (fonte: Global Survey of Financial Advisors)

E' arrivato il momento di spiegare perché il consulente finanziario batte l'impiegato 7 a zero:

  1.  UNICO: Il consulente finanziario è l’unico operatore del settore autorizzato ad incontrare i risparmiatori e a offrire strumenti   finanziari e servizi di investimento al di fuori della sede di una Banca. Un dipendente non può uscire dalla propria filiale di appartenenza e recarsi dal cliente per assisterlo nella gestione dei suoi risparmi. Se lo fa, sta violando la legge e mette a rischio anche l'ignaro investitore.
  2. PRESENTE: il consulente finanziario è tuo, si dedica a te. E' legato a te. Non ha problemi né di ubicazione e né di banca per te c'è sempre. Anche grazie all'evoluzione delle comunicazioni anche se non sei nello stesso luogo, paese o città lui potrà assisterti comunque, e visualizzare assieme l'andamento del tuo progetto d'investimento. Un bancario nella sua carriera cambia spesso filiale, conoscendo da zero nuovi clienti, abbandonando agli eventi (a un nuovo impiegato) quelli della sua vecchia filiale. E gli obiettivi? la strategia messa in atto, per raggiungere sogni e aspettative??? AVANTI UN ALTRO!!
  3. CERTIFICATO e CONTROLLATO: saresti disposto ad affidare la tua salute ad una persona col camice bianco ma non iscritto all'ordine dei medici??? Ancora molti bancari non sono certificati come consulenti. Il consulente finanziario deve sostenere un esame per l'iscrizione all'Albo Unico dei Consulenti Finanziari (dimostrando determinate competenze) e deve, quindi, rispettare  un severo codice deontologico. Perché i tuoi soldi devono continuare ad essere gestiti da persone senza una qualifica? e senza le tutele di legge?
  4.  IMPARZIALE: Nelle banche tradizionali il collocamento dei servizi d'investimento è focalizzato nell'ambito di un’offerta al pubblico standardizzata. Il bancario essendo un dipendente, deve come tale rispettare degli ordini e vendere ciò che ha a disposizione (PRODOTTI DELLA CASA). Alla faccia del conflitto di interessi: le obbligazioni subordinate di Banca Etruria, MPS, Popolare di Vicenza, Veneto Banca, Cassa di Risparmio di Ferrara e le ultime di Banca Carige, dovrebbero far riflettere. L’assistenza del consulente finanziario invece è continuativa, basata sulla relazione umana che porta ad avere fiducia. Infatti un buon consulente sceglie, e ha la facoltà per farlo, i migliori strumenti (tra la miriade a disposizione e senza imposizioni dall'alto o conflitti d'interessi di vario genere) per poter soddisfare il cliente nel migliore dei modi. Questo non può essere un’opzione, ma una priorità!
  5. L'UNIONE FA LA FORZA: Quando le cose vanno bene si gioisce insieme, e si resta uniti nei momenti di difficoltà. Un bancario ha scelto di essere un dipendente della Banca, ha scelto di percepire uno stipendio fisso senza sorprese: comunque vada l’investimento che ti ha proposto, per lui non cambia nulla, la sua retribuzione sarà sempre la stessa. Un consulente non ha uno stipendio fisso, il suo reddito deriva dalla gestione dei suoi clienti e dalla loro soddisfazione: se vedi decurtare il tuo capitale, la stessa cosa succede al tuo consulente finanziario. Quindi, chi ha interesse al tuo interesse? Il buon consulente deve fare scelte oculate su cosa proporre, perché la sicurezza e la crescita del patrimonio conviene ad entrambi ed esporre il cliente a rischi (non calcolati o non adeguati)  non conviene a nessuno. 
  6. DISPONIBILE: La Banca, la filiale o l'ufficio postale per sua natura hanno degli orari fissi, con dipendenti pagati ad ore per quei determinati orari.
    Il tuo consulente finanziario non ha degli orari fissi e prestabiliti (nei limiti della sopravvivenza umana). Per ogni esigenza, chiarimento o urgenza, cellulare personale e contatto di posta elettronica sono sempre a portata di mano.
  7. (LIBERO) PROFESSIONISTA: Un bancario per sua natura non va, alla ricerca di opportunità, il bancario lavora scambiando il suo tempo per denaro con il suo istituto di credito. Il consulente per sua natura è dinamico, va alla ricerca di nuovi clienti e chiede referenze a chi già assiste. Per farlo studia, si informa continuamente, si aggiorna, crea eventi e sostiene tutto di tasca propria. Perché crede in quello che fa ed investe sulla sua azienda, SU SE STESSO.

Beh ora nessuno è perfetto. 

Si legge di impiegati che frodano la banca a scapito dei clienti, di Banche che tramite i propri dipendenti provocano dispiacere (non solo finanziario) ai risparmiatori di turno.

Si legge di consulenti che tramite "faraoniche" strategie architettate a dovere (schema Ponzi) fanno scomparire ingenti patrimoni.

Si legge di falsi medici che propinano cure miracolose ai propri pazienti, o di ragionieri travestiti da "esperti fiscali" che profetizzano escamotage per l'elusione fiscale.

Tutto il resto, lavora sodo e seriamente per sostenere e custodire gli interessi dei propri clienti, le loro emozioni

Quando dobbiamo decidere come investire il nostro patrimonio, è difficile rimanere razionali. Per questo è importante affidarsi a un consulente competente e preparato

Decidere Sapere e Riflettere  

=  

Cliente + Consulente Finanziario